Eventi

23 MARVisita di Ban Ki-moon a Torino

Nei giorni 19 e 20 marzo 2015, la Città di Torino ha ospitato l'"Annual UN Retreat 2015", il Seminario annuale riservato agli alti dirigenti dell'ONU e presieduto dal Segretario Generale delle Nazioni Unite Ban Ki-moon. I lavori del vertice, organizzato dallo United Nations System Staff College di Torino in collaborazione con gli Enti locali, ha trattato i temi dello sviluppo, pace e sicurezza, giustizia e Diritti Umani in vista delle importanti tappe che porteranno alla definizione dell'Agenda Post-2015.

È stato anche siglato, tra il Segretario Generale Ban Ki-moon ed il ministro degli Esteri Paolo Gentiloni, un protocollo d'intesa che rinnova l'accordo di finanziamento di 500mila euro a favore dello Staff college ONU che ha sede nel capoluogo piemontese. Ciò dimostra l'attenzione che l'ONU ed il governo italiano da sempre riservano al Campus ONU di Torino, dove ha sede anche il Centro UNESCO.

19 MARConferenza Islam e Occidente in emergenza terrorismo

Si terrà questa sera alle ore 21, presso presso il Salone “Ludovico Geymonat” della Biblioteca Comunale “Michele Ginotta” di Barge, la conferenza dal titolo "Islam e Occidente in emergenza terrorismo". L'iniziativa, organizzata dal Comune di Barge in collaborazione col Club Unesco di Barge nei Territori del Monviso e dalla Biblioteca Comunale “Michele Ginotta”, vedrà la partecipazione di Don Ermis Segatti (presbitero e docente universitario operante in ambito umanistico e teologico).

Come ricordato dal sindaco di Barge, Luca Colombatto, "nel frangente attuale, appare infatti di vitale importanza affrontare una tematica tanto complessa quanto delicata quale quella dei rapporti e degli equilibri tra Paesi Islamici e Occidentali, soprattutto alla luce degli ultimi tragici accadimenti".

Interverrà anche la Prof.ssa Maria Paola Azzario, Presidente della Federazione Italiana dei Club e Centri UNESCO. Moderatore: Prof. Piercarlo Rosi.

Clicca qui per ulteriori informazioni.

18 MARRimbalziamo il Razzismo

Si segnala che sabato 21 marzo, Giornata Internazionale per l'Eliminazione delle Discriminazioni Razziali, si svolgerà a Carignano (presso l'Associazione La Nuova Lucciola, Via Villastellone 93/A) un'intera giornata all'insegna di sport, musica, cibo e divertimento per "rimbalzare" il razzismo e promuovere l'integrazione.

Il Progetto "Rimbalziamo il Razzismo" ha vinto, ex-aequo per la categoria Giovani tra i 18 ed i 25 anni, la borsa di studio "Un Calcio al Razzismo" edizione 2014, bandito dal Centro UNESCO di Torino e finanziato dalla Juventus F.C. proprio per la varietà di attività proposte, tra cui un torneo di Bubble Football che vedrà otto squadre contendersi il titolo di miglior rappresentante dei valori antirazzisti.

Alle 19 buffet multiculturale, cui seguiranno le premiazioni, le esibizioni di danza afro, orientale, movida fitness ed infine un concerto.

Siete tutti invitati a partecipare!

17 MARPresentazione Mostra Beato Angelico

Martedì 17 marzo 2015, il Centro UNESCO di Torino è stato invitato, al Circolo dei Lettori, alla presentazione della mostra "Beato Angelico. Il Giudizio Svelato. Capolavori attorno al Trittico Corsini" della Fondazione Cosso, Castello di Miradolo.

In una sala gremita di pubblico, Maria Luisa Cosso ha presentato la nuova mostra che, dopo il successo del San Sebastiano, verrà inaugurata nelle sale del Castello di Miradolo il 28 marzo e che sarà affiancata da numerosi eventi, quali Concerti e Manifestazioni.

La mostra è il frutto della collaborazione della Fondazione Cosso con la Soprintendenza Speciale per il Patrimonio Storico, Artistico e per il Polo Museale della città di Roma insieme alla Galleria Nazionale d’Arte Antica in Palazzo Corsini.

Il percorso espositivo affianca al trittico con l’Ascensione, il Giudizio Universale e la Pentecoste, capolavoro restaurato, tre codici miniati e due grandi capolavori come la Madonna dell’Umiltà e le tavole con la Nascita di Gesù e l’Orazione nell’Orto del Beato Angelico.

Antonio D’Amico, co-curatore della mostra, ha spiegato il legame profondo tra le diverse opere ed il ruolo significativo del pittore nella fase di transizione tra il Medio Evo e l’Umanesimo, nonchè il discorso teologico che è alla base della loro produzione.

La mostra si inserisce in un percorso di vivacità culturale di grandi eventi, quali l’EXPO, e l’ostensione della Sindone a Torino, dove verrà esposto un altro capolavoro del Beato Angelico.

CLICCA QUI per maggiori informazioni.

05 MARPresentazione volume All'ombra di un albero nudo

Ieri sera, presso il Circolo dei Lettori di Via Bogino 8 a Torino, il Centro UNESCO, nella persona della Presidente Maria Paola Azzario, ha partecipato alla presentazione del libro "All'ombra di un albero nudo" di Anna Economu Gribaudo. ln questo romanzo (Edizioni GiveMeAChance) l'autrice scava nel profondo dell'anima di una giovane donna, nella Parigi degli anni 60, con i suoi drammi e le sue contraddizioni.

Sono intervenute: l'Assessore all'Istruzione, Lavoro, Formazione Professionale Giovanna Pentenero, le giornaliste Emmanuela Bando e Stefanella Campana e la scrittrice Rosellina Piano. L'Assessore Pentenero ha sottolineato come la serata abbia rappresentato un ottimo inizio delle celebrazioni della Giornata Internazionale della Donna.

UNESCO Network News

25 MARPrimo Incontro di Esperti per l'attuazione della Decennio Internazionale per l'Avvicinamento delle Culture (2013-2022)

Nei giorni del 24-25 marzo 2015 presso la Sede Centrale dell’UNESCO di Parigi si è tenuto il “Primo Incontro di Esperti per l’attuazione della Decennio Internazionale per l’Avvicinamento delle Culture (2013-2022)”

Ecco un breve estratto dell’articolo presente sul Sito Ufficiale dell’UNESCO

[…]L’UNESCO è chiamato a mettere in moto diversi attori al fine di porre le basi per la promozione della comprensione reciproca che conduce ad una convivenza armoniosa tra persone e Paesi.

Questo incontro di esperti assume oggi un significato speciale. […] Lo scopo di questo Decennio è quello di prendere il controllo di questa realtà critica, al fine di “mostrare i benefici della promozione congiunta del rispetto per i Diritti Umani e per la diversità culturale, mentre si riconosce l’importanza del dialogo interculturale e interreligioso per combattere le nuove forme di razzismo, discriminazione, intolleranza, estremismo e radicalizzazione creando un legame tra le persone e le Nazioni”. […]

 

Per rendere tutto ciò possibile la discussione tra circa 20 esperti si focalizzerà su 5 sessioni riguardanti i seguenti temi:

-Perché un avvicinamento tra le culture? Creare l’ambiente

-Promuovere la diversità per una convivenza pacifica

-Dialogo interculturale, giustizia sociale e condivisione di risorse

-Memoriali, ricostruzione e riconciliazione

-Avvicinamento delle Culture per un’educazione alla cittadinanza globale 

[…] Per ulteriori informazioni riguardanti il Decennio: https://en.unesco.org/cultureofpeace/international-decade-rapprochement-cultures

 

23 FEBEventi in Programma

Riceviamo e diffondiamo la newsletter mensile del Vicedirettore Generale UNESCO per le Relazioni Esterne e l'Informazione al Pubblico Eric Falt.

Cari colleghi,

L’inizio del nuovo anno è stato già ricco di iniziative ed eventi, e so che molti di voi ne sono stati entusiasti e  attori effettivi di alcuni di essi.

 Vi informiamo dei prossimi importanti eventi in programma per l’anno 2015:

  • 27 Febbraio 2015. Proroga della scadenza ultima per inviare le candidature per il "Premio Juan Bosch/UNESCO per la Promozione dalla Ricerca nelle Scienze Sociali in America Latina e nei Caraibi".
  • 21 Marzo 2015 – Giornata Mondiale dell’Acqua
  • 8-11 Aprile 2015 – Corso di Formazione per educatori sulla Bioetica, Cordoba – Argentina
  • 13-16 aprile 2015 – Quinta Conferenza Internazionale HydroEco 2015, Vienna – Austria
  • 30 Aprile 2015 – Giornata Internazionale del Jazz, Parigi-Francia

Rinnoviamo l'invito a prendere parte attiva agli eventi in calendario. Per maggiori informazioni consultate il seguente link

16 FEBSettimana dell'Apprendimento con l'Ausilio di Dispositivi Mobili

Organizzata da UNESCO e UN Women, la Settimana dell’Apprendimento con l’Ausilio di Dispositivi Mobili (Mobile Learning Week) 2015 analizzerà le potenzialità dei dispositivi mobili come strumenti per migliorare e accelerare l’apprendimento di donne e ragazze. L’evento ospiterà discussioni intorno a quattro temi: pari opportunità, approcci educativi ad argomenti sul genere, letteratura, e sviluppo di competenze e abilità.

L’evento comprenderà: laboratori (Lunedì 23 Febbraio), tavoli di discussione (Martedì e Mercoledì 24-25 Febbraio), tribune politiche (Giovedì 26 Febbraio), e seminari di ricerca (Venerdì 27 Febbraio).

La Settimana dell’Apprendimento con l’Ausilio di Dispositivi Mobili, alla sua quarta edizione, attira partecipanti da tutto il mondo. UNESCO e UN Women saranno lieti di accogliervi a Parigi per questo importante evento.

 

Per maggiori informazioni visitate: http://www.unesco.org/new/en/mlw

13 FEB13 febbraio Giornata Mondiale della Radio

L’UNESCO dedica ai giovani la quarta Giornata Mondiale della Radio di Venerdì 13 Febbraio 2015  che ha come tema: “La Radio e i Giovani”. Presso la sede centrale dell'UNESCO si terrà un evento che sarà accompagnato da dibattiti e trasmissioni radio multilingue. I temi principali di cui si discuterà saranno:

- La Radio e i Giovani: tra stereoptipi, partecipazione, inclusione e affari di stato.

- Potenziare le radio locali con ICT.

- Giornalisti e Sicurezza.

- Ore Siriane: promozione della libertà d’espressione attraverso la radio.

Per l’occasione, la Direttrice Generale Irina Bokova fa appello a un maggior inserimento sociale della generazione sotto i trent’anni, che rappresenta più di una metà della popolazione del mondo e sottolinea come la radio sia un vettore di coesione, educazione e cultura.

CLICCA QUI per leggere il messaggio integrale della Direttrice Generale Irina Bokova.                 

15 GENPremio Mondiale della Libertà di Stampa UNESCO/Guillermo Cano 2015.

Riceviamo e diffondiamo con estremo piacere, visti i recenti avvenimenti di Parigi, la lettera di invito a partecipare al Premio Mondiale della Libertà di Stampa UNESCO/Guillermo Cano 2015.

“A nome del Direttore Generale, sono lieto di invitarvi a presentare le candidature per l’edizione del Premio mondiale della Libertà di Stampa UNESCO/Guillermo Cano 2015, istituito in onore di Guillermo Cano, il giornalista colombiano assassinato nel 1986 mentre esercitava la sua professione. Conferito annualmente, in occasione della Giornata Mondiale della Libertà di Stampa, il Premio consiste in una medaglia simbolica e in un compenso monetario.

Come stipulato nelle norme adottate dal Consiglio Direttivo, il Premio mondiale della Libertà di Stampa UNESCO/Guillermo Cano 2015 intende onorare una persona, organizzazione o istituzione che abbia dato un notevole contributo nella difesa e/o promozione della libertà di stampa nel mondo, specialmente qualora questo abbia comportato dei rischi. Stati Membri, organizzazioni internazionali, regionali e non governative che lavorano in ambito giornalistico e di libertà di espressione possono presentare le candidature per il Premio.

 

Le organizzazioni che desiderano presentare le candidature, devono fornire una spiegazione scritta della loro scelta, in lingua inglese o francese, che dovrà essere inoltrata al Direttore Generale. Le Organizzazioni possono presentare non più di tre candidati all’anno.

 

La presentazione delle candidature dovrà avvenire tramite l’apposito modulo allegato, che dovrà essere interamente compilato in lingua inglese o francese, e che dovrà essere spedito all’indirizzo indicato sul modulo stesso entro e non oltre il 15 Febbraio 2015.

 

Il Sig. Getachew Engida, Vice Direttore Generale e il suo staff, rimangono a disposizione per eventuali informazioni aggiuntive. Per ulteriori chiarimenti è possibile anche contattare la Sig.ra Sylvie Coudray, Capo della Sezione per la Libertà d’Espressione nella Divisione per la Libertà d’Espressione e Sviluppo dei Media, Settore Comunicazione ed Informazione

(tel: +33 1 45 68 42 12; fax: +33 1 45 68 55 85; e-mail: s.coudray@unesco.org)”.

 

Eric Falt

Vice Direttore Generale UNESCO per le

Relazioni Esterne e l'Informazione al Pubblico

 

 

Rinnoviamo ancora una volta l’invito a partecipare e vi auguriamo buona fortuna e buon lavoro.

REGOLAMENTO

MODULO

Ricerca nell'Archivio Tesi di Laurea









Cerca

Novità

Incontro con il Comitato Promotore del Club UNESCO di Canelli

Canelli 28 marzo 2015

Sabato 28 marzo 2015 la Presidente della Federazione Italiana dei Club e Centri UNESCO (FICLU) e del Centro UNESCO di Torino Maria Paola Azzario ha incontrato i soci del Comitato Promotore del Club UNESCO di Canelli.

La giornata è iniziata alle 10 con una breve visita del centro storico di Nizza Monferrato, accompagnata dalla Sig.ra Laura Pesce, esperta di storia locale. A seguire si è svolta la conferenza stampa del progetto Classico presso la sede del CP del Club UNESCO di Canelli.

Il pranzo si è tenuto nel suggestivo Castello di Moasca che offre una bellissima vista sui Paesaggi Vitinicoli di Langhe, Roero e Monferrato, 50° sito italiano Patrimonio dell'Umanità.

Nel pomeriggio si è svolto un interessante incontro conoscitivo con i Sindaci di diversi comuni della zona durante il quale Maria Paola Azzario ha presentanto i corsi di formazione per amministratori pubblici che il Centro UNESCO di Torino intende realizzare nel 2015. Si è inoltre discusso dell'importanza della sensibilizzazione sulla qualità dell'ambiente in cui viviamo.

La giornata è stata molto piacevole ed ha permesso a tutti i partecipanti di approfondire alcuni dei temi UNESCO e di conoscere meglio le bellezze del territorio.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Convegno dei Rotary Club della Provincia di Cuneo

Grinzane Cavour 27 marzo 2015

Venerdì 27 marzo 2015 alle ore 18 si è tenuto, presso il Castello di Grinzane Cavour (CN) il Convegno "I vigneti di Langa, Roero e Monferrato: esempio eccezionale di interazione dell'uomo con il suo ambiente naturale" organizzato dai Rotary Club della Provincia di Cuneo.

 

I relatori sono stati la Prof.ssa Maria Paola Azzario, Presidente del Centro UNESCO di Torino e della Federazione Italiana dei Club e Centri UNESCO (FICLU), il Prof. Giulio Mondini, Direttore di SITI ed il Dott. Roberto Cerrato, Direttore dell'Associazione per il Patrimonio dei Paesaggi Vitivinicoli di Langhe-Roero e Monferrato. La Prof.ssa Azzario ha presentato un intervento dal titolo "L'UNESCO, i Club UNESCO e la tutela e valorizzazione del Patrimonio".

 


Il convegno è stato un momento di divulgazione e di confronto importante che ha suscitato vivo interesse nei circa 140 partecipanti, provenienti in gran parte dagli 8 Rotary Club della Provincia di Cuneo: Alba, Bra, Canale - Roero, Savigliano, Mondovì, Cuneo, Cuneo Alpi del Mare e Saluzzo. L'incontro è terminato con la conviviale presso la sala ristorante del Castello alle ore 20.

 

Un Calcio per la Pace - Gioca con me

Sabato 21 marzo a Vinovo si è celebrata la Giornata Internazionale contro le Discriminazioni Razziali. I bambini nati nel 2005, che terminano quest'anno il primo triennio del Progetto Pilota "Gioca con me", hanno incontrato i 14 ragazzi provenienti dall'area israelo-palestinese giunti a Torino nell'ambito del Progetto "Un Calcio per la Pace".


Maria Paola Azzario, Presidente del Centro UNESCO di Torino, ha partecipato alla mattinata accogliendo i partecipanti ed il pubblico insieme a Gianluca Pessotto per la Juventus e Maria Gabriella Mieli per WFWP Italy and UPF Italy.

Al termine delle attività in campo tutti i bambini hanno ricevuto attestati di partecipazione e gadget da parte del Centro UNESCO e della Juventus.

Lunedì 23 marzo i ragazzi del Progetto "Un Calcio per la Pace", con i loro accompagnatori, hanno visitato il Centro UNESCO di Torino. Dopo l'accoglienza da parte di Maria Paola Azzario, i ragazzi hanno giocato nel campo da calcio del Campus e sono poi stati ricevuti dal Direttore dell'UNICRI, Jonathan Lucas. Come attività finale, è stato chiesto loro di raccontare, con un disegno, la loro esperienza a Torino.

Il gioco del calcio è stato ovviamente il principale soggetto rappresentato a testimonianza di come lo sport in generale, ed il calcio in generale, sia veicolo di integrazione e di trasmissione di valori di solidarietà e di rispetto reciproco.


 

 

Torino contro il terrorismo

Dopo i fatti terroristici di Tunisi

Nei giorni scorsi i fatti terroristici di Tunisi hanno colpito particolarmente Torino ed il Piemonte, per quanto riguarda la compagine italiana: quattro vittime su ventuno.


Molti Club UNESCO italiani hanno inviato alla Presidente della Federazione Italiana e Presidente del Centro UNESCO di Torino, Prof.ssa Maria Paola Azzario, gentili messaggi di cordoglio che sono stati recapitati al Sindaco della città ed ai famigliari. Il Sindaco Piero Fassino ha ringraziato la Presidente inviando una lettera nella quale sottolinea come "All'obiettivo dei terroristi di incutere paura, Torino ha risposto in modo chiaro: non ci faremo piegare dalla violenza. Difenderemo i nostri valori di libertà, democrazia e solidarietà che sono più forti della furia omicida dei terroristi".
In questo momento è fondamentale ribadire l'importanza di lavorare uniti per l'integrazione e la lotta al razzismo, con tutte le azioni che contraddistinguono i Club UNESCO, prima tra tutte l'educazione ai Diritti Umani per tutti i giovani ed adulti che popolano i nostri territori.


Anche la Direttrice Generale dell'UNESCO, Irina Bokova, ha condannato il vile attentato ed espresso la sua solidarietà alle famiglie delle vittime ed alla Tunisia. Clicca qui per leggere le sue parole.

 

21 marzo 2015 Giornata Internazionale per l'eliminazione delle Discriminazioni Razziali

Il 21 marzo si celebra la Giornata Internazionale per l'eliminazione delle Discriminazioni Razziali. L'UNESCO, fin dalla sua creazione nel 1945, ha fatto della lotta contro ogni forma di discriminazione una delle sue priorità sulla base dell'Art.1 della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani che afferma che "Tutti gli esseri umani nascono liberi ed eguali in dignità e diritti".

 

Un esaustivo documento pubblicato sul sito dell'UNESCO ripercorre le azioni più significative portate avanti dall'UNESCO in questi 70 anni (SCARICA il documento tradotto in italiano).


Quest'anno la Giornata è dedicata al tema "Imparare dalle tragedie del passato per combattere le discriminazioni razziali oggi", come ricorda la Direttrice Generale dell'UNESCO, Irina Bokova, nel messaggio pronunciato per l'occasione (SCARICA il documento tradotto in italiano).

 

 

Sabato 21 marzo Maria Paola Azzario celebrerà la Giornata con le squadre di ragazzi palestinesi ed israeliani che saranno a Torino per giocare "Un Calcio per la Pace" (progetto cui il Centro UNESCO ha concesso il Patrocinio) ed incontreranno i bambini del Progetto "Gioca con me", iniziativa che il Centro UNESCO di Torino porta avanti dal 2012 in collaborazione con la Juventus F.C. Sarà l'occasione per ribadire l'impegno nella lotta contro ogni forma di razzismo e nella promozione dell'integrazione.

 

59esima sessione della Commissione sulla Condizione delle Donne

New York, 9-20 Marzo 2015

In questi giorni si sta svolgendo presso il Quartiere Generale delle Nazioni Unite a New York la 59esima  sessione della Commissione sulla Condizione delle Donne.

 

Il tema di questa sessione è la Dichiarazione di Pechino, a 20 anni dalla sua redazione avvenuta durante la Quarta Conferenza Mondiale sulle Donne.

Durante gli incontri previsti la Commissione valuterà i progressi fatti nella realizzazione degli obiettivi prefissatisi con la Dichiarazione di Pechino e determinerà gli obiettivi dell’agenda post-2015 riguardante la parità di genere ed il rafforzamento del ruolo delle donne.

Considerando l’estrema importanza del tema affrontato quest’anno e la  sua vicinanza ai temi trattati dal Centro UNESCO di Torino anche in occasione del Congresso Internazionale da noi realizzato nel mese di settembre, vi invitiamo a visitare il sito della Commissione sulla Condizione delle Donne.

Per incuriosirvi ed interessarvi di più vi salutiamo con due frasi significative pronunciate durante l’incontro del 12 marzo 2015 a New York.

 

“Gender Equality is not just about policies, It is about th quality of life” Bafana Khumalo, co-founder of South Africa’s Sonke Gender Justice

“La parità di genere non riguarda solo le politiche, ma riguarda anche la qualità della vita” Bafana Khumalo, co fondatore della Sonke Gender Justice del Sud Africa

 

“Convinving men that they are as likely as women to benefit from gender equality is the strongest argument to get them involved in reaching that goal”

“Convincere gli uomini che le donne hanno lo stesso loro diritto di beneficiare della parità di genere è più difficile che coinvolgerli nel raggiungimento di tale obiettivo” 

 

Un calcio per la Pace

16 marzo 2015 Conferenza stampa

Si è svolta oggi lunedì 16 marzo 2015 alle ore 15 (presso la Sala Colonne di Palazzo Civico) la Conferenza stampa di presentazione del Progetto "Un calcio per la Pace. Lo sport come strumento internazionale di pace", alla presenza del Sindaco di Torino, On. Piero Fassino, dell'Assessore allo Sport della Regione Piemonte, Giovanni Maria Ferraris, dell'Assessore alo Sport della Città di Torino, Stefano Gallo, della Sindaca di Bruzolo, Chiara Borgis, e della Vicepresidente WFWP Italia, Maria Gabriella Mieli. L'iniziativa, organizzata da UPF (Universal Peace Federation) e WFWP-Federazione delle Donne per la Pace nel Mondo Italia, in collaborazione con Juventus FC, Torino FC, Union Valle di Susa Calcio, Palio dei Quartieri e Cit Turin ha ricevuto il patrocinio, tra gli altri, del Centro UNESCO di Torino.

Dal 20 al 25 marzo 2015 7 bambini israeliani e 7 bambini palestinesi di 11 anni saranno a Torino per un soggiorno denso di incontri ed appuntamenti, con lo scopo di promuovere i principi di fratellanza e condivisione che lo sport, ed il calcio in particolare, veicolano.

 

Maria Paola Azzario, Presidente del Centro UNESCO di Torino, ha partecipato alla Conferenza stampa ricordando come il Centro UNESCO di Torino, dalla sua fondazione, operi contro qualsiasi forma di razzismo e discriminazione. In particolare, dal 2009, insieme alla Juventus F.C., ha sviluppato un'iniziativa, denominata "Un Calcio al Razzismo", rivolta a scuole e giovani della Regione Piemonte e non solo. Dal 2012, “Gioca con me“ ha integrato il Programma, offrendo a bambini, figli di emigrati e di italiani, tra i 7 ed i 10 anni, la possibilità di “giocare”, gratuitamente, per tre anni, nelle squadre della Juventus Soccer School. Ha ricordato poi che quest'anno il Centro UNESCO celebrerà, sabato 21 marzo 2015, la Giornata Internazionale contro le Discriminazioni Razziali con le squadre di ragazzi palestinesi ed israeliani che saranno a Torino per giocare "Un Calcio per la Pace" proprio per consolidare il proprio impegno nella lotta contro ogni forma di razzismo.