Eventi

02 SETll parcheggio delle Vallere torna gratuito anche di domenica, a partire dal 13 settembre

L’Ente di gestione del Parco del Po e della Collina Torinese comunica che il parcheggio delle automobili nel Parco Le Vallere (in corso Trieste 98, a Moncalieri), dopo la sperimentazione estiva e con una settimana di anticipo, torna ad essere gratuito anche di domenica.

Si ricorda che il parcheggio non è custodito, quindi si invita a non lasciare dentro l'automobile oggetti di valore.

Si coglie inoltre l’occasione per ricordare che il servizio di connessione ad internet wifi gratuito fornito dall’ente parco continuerà ad essere attivo. Coloro che desiderano utilizzare il wifi gratuito, possono trovare su questa nostra notizia le modalità di fruizione.

Maggiori informazioni sulla Riserva Naturale delle Vallere.

 

14 LUGConcerto per Cortlys 2015

Domenica 19 luglio, alle ore 14:30, si terrà a Gressoney-La-Trinité l'ormai consueto Concerto per Cortlys per riunire amici e sostenitori dell'Alpe.

Per informazioni: 0125/355185, 0125/366143.

07 LUG1-3 luglio 2015 Agronomi e forestali di Piemonte e Valle d'Aosta ospiti a Expo 2015

Dall’1 al 3 luglio agronomi e forestali di Piemonte e Valle d’Aosta sono stati ospiti a Expo 2015 presso il padiglione WAA-CONAF dove hanno presentato al pubblico il patrimonio agroforestale e alimentare piemontese e valdostano. Un video d’impatto ha accompagnato addetti ai lavori e visitatori attraverso le eccellenze regionali.


In poco più di due minuti, il video è riuscito a riassumere attraverso dati esplicativi e immagini naturalistiche il ricco patrimonio agroforestale e alimentare piemontese e valdostano, toccando le principali tematiche che ogni giorno impegnano la categoria dei dottori agronomi e forestali in un lavoro che va dal campo, al fianco delle aziende agrarie, zootecniche e forestali, e fino alla tavola dei consumatori. Al centro, la biodiversità, l’ecosostenibilità, il rispetto delle identità locali, l’alimentazione e i cambiamenti climatici.

CLICCA QUI per vedere il video, che tornerà a EXPO 2015 nelle date del 7,8 e 9 settembre, in occasione della seconda sessione di appuntamenti proposti dalla Federazione presso il padiglione WAA-CONAF.

18 GIUIncontro di studio su Guglielmo VII a Castagnole Monferrato

Lunedì 22 giugno 2015, alle ore 17:30, si terrà a Castagnole Monferrato l'Incontro di Studio sull'importante figura storica del Marchese Guglielmo VII, ambasciatore dei Paesaggi Vitivinicoli del Monferrato, 50° sito italiano inserito nella Lista del Patrimonio Mondiale dell'Umanità UNESCO.

L'evento, che gode, tra gli altri, del Patrocinio del Centro UNESCO di Torino, vedrà la partecipazione della Prof.ssa Maria Paola Azzario che interverrà in apertura dell'incontro. L'evento terminerà con l'intitolazione della Sala Comunale al Gran Marchese Guglielmo VII di Monferrato.

17 GIUDomenica 21 giugno Incontro a Vignale Monferrato

Domenica 21 giugno si terrà a Vignale Monferrato (AL) una giornata ricca di appuntamenti. A partire dalle ore 10 avverrà l'inaugurazione dell'Infernot Belvedere, del "Giardino Callori" e dell'Infernot Callori.

Nel pomeriggio, alle ore 16:30, si terrà l'incontro "Buon Anniversario UNESCO!" a cura del Comitato Promotore del Club UNESCO di Vignale. La Presidente del Centro UNESCO di Torino e della FICLU Maria Paola Azzario interverrà presentando l'UNESCO, le attività dei Club UNESCO sul territorio e la pubblicazione "Guida al Patrimonio UNESCO dell'Umanità di Italia e Cina". A seguire interverranno Massimo Carcione (Paesaggi Vitinicoli di Langhe, Roero e Monferrato) e Alberto Maffiotti (Coordinatore del C.P. del Club UNESCO di Vignale).

Siete tutti invitati!!

UNESCO Network News

26 GIU 26 giugno, GIORNATA INTERNAZIONALE DI SUPPORTO ALLE VITTIME DI TORTURA

La tortura cerca di annientare la personalità della vittima e nega la dignità dell’essere umano. Le Nazioni Unite hanno condannato la tortura fin dall’inizio come uno degli atti più vili commessi dagli esseri umani nei confronti di altri esseri umani.


La tortura è un crimine riconosciuto dal  Diritto Internazionale. Secondo le norme vigenti, è assolutamente proibita e non può essere giustificata in nessuna circostanza. Tale divieto fa parte del Diritto Internazionale consuetudinario, ciò significa che è  vincolante per ciascun membro della comunità internazionale, indipendentemente dal fatto che uno Stato abbia ratificato i trattati internazionali nei quali la tortura è espressamente proibita. La pratica sistematica o diffusa della tortura costituisce un crimine contro l’umanità.

 

Il 12 dicembre 1997, con delibera 52/149, l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha proclamato il 26 giugno la Giornata Internazionale di Supporto alle Vittime di Tortura, con l’obiettivo di eliminare totalmente la tortura e il buon funzionamento della Convenzione contro la tortura e altri trattamenti e punizioni  crudeli, inumani e degradanti (con delibera 397/46, è entrata in vigore il 26 giugno 1987).

    

21 MAGGiornata Mondiale della Diversità Culturale

Il 21 maggio di ogni anno si celebra in tutto il mondo la Giornata Mondiale della Diversità Culturale per il Dialogo e lo Sviluppo, proclamata dalle Nazioni Unite nel 2002, subito dopo l’adozione da parte dell’UNESCO della Dichiarazione Universale sulla Diversità Culturale.

I principali obiettivi della Giornata sono sostenere la diversità e migliorare la cooperazione fra persone appartenenti a diverse realtà culturali.

La direttrice dell’UNESCO Irina Bokova, nel suo messaggio in occasione di tale Giornata, fa riferimento ai recenti fatti di cronaca e sottolinea che: 

“Oggi ancora una volta, la diversità culturale è sotto attacco da parte di violenti estremisti che devastano il patrimonio e perseguitano le minoranze. Questi crimini confermano ulteriormente la nostra convinzione che i nemici della dignità umana cercheranno sempre di distruggere la diversità culturale, perché è il simbolo del libero pensiero e dell'infinita creatività dell'essere umano. È questo il legame che dobbiamo difendere. Dobbiamo rispondere a tutti coloro che cercano di bandire le differenze e la pluralità di idee, opinioni e convinzioni proteggendo la libertà attraverso la ricchezza delle nostre culture ed espressioni creative”

 

Con l’occasione la Direttrice ha ricordato l'importante campagna #UNITE4HERITAGE, lanciata dall'UNESCO a sostegno del prezioso patrimonio dei luoghi più minacciati degli estremisti.  

27 APRLutto per la Federazione Mondiale dei Centri e Club UNESCO

Riceviamo la triste notizia della morte improvvisa, il 25 aprile scorso, a Yekaterinburg, in Russia, del tesoriere della Federazione Mondiale dei Centri e Club UNESCO : Yuri Borisikhin, Presidente della Federazione Uralo-Siberiana dei Club, Centri e Associazioni UNESCO.

Presidente e soci tutti della Federazione Nazionale Italiana dei Club e Centri UNESCO si stringono nel cordoglio intorno alla moglie, ai figli e nipoti. Ricorderanno sempre il Suo esempio di operosità e adesione ai valori comuni, nonché la Sua passione per il nostro Paese.

Si uniscono anche alla grande Famiglia UNESCO, al Presidente della Federazione Mondiale ed ai molti che hanno amato ed apprezzato un uomo che ha creato tanti Club UNESCO, testimoni della comune aspirazione alla Pace.

Yuri Borisikhin era nato il 30 Gennaio 1944 nel paese Koptelovo, vicino Yekaterinburg, in Russia. Dopo essersi laureato nel dipartimento di giornalismo dell’Università degli Urali, ha lavorato come cronista per la rivista “Ural Pathfinder”. Negli anni 1982-1983, Yuri Borisikhin divenne uno dei sei membri della spedizione polare transcontinentale per il giornale Sovetskaya Rossiya, (10.000 km in slitta in estreme condizioni nell’Artide).

Nel 1987, Yuri Borisikhin creò uno dei primi Club UNESCO nell’URSS.

Nel 1991 fondò l’associazione dei Club UNESCO degli Urali e la trasformò in seguito in Federazione Nazionale dei Club, Centri e Associazioni UNESCO. Nel 1994 fondò il Centro UNESCO Uralo-Siberiana a Yekaterinburg. Grazie al suo lavoro, svolto con molto entusiasmo, più di cento Club UNESCO sono stati fondati in Russia.

Nel 1991 ha organizzato il quinto Congresso Mondiale WFUCA.

Nel 2003 fu eletto tesoriere della WFUCA.

Il Signor Borisikhin ha dedicato la sua vita al movimento dei Club UNESCO.

Grazie a lui, migliaia di giovani hanno conosciuto l’UNESCO e le sue attività in Russia.

E’ stato attivo fino agli ultimi momenti della sua vita: il giorno della sua morte stava conducendo un grande evento annuale UNESCO in una delle città locali, è morto pochi minuti prima del suo ritorno a casa, Un’anima unica, Yuri aveva un grande senso dell’umorismo ed era molto cordiale.

Si sentirà molto la sua mancanza. Egli viveva con la moglie Natalia, i cinque figli e un gran numero di nipoti.

 

 

21 APRPremio Internazionale UNESCO - Guinea Equatoriale per la Ricerca nelle Scienze Biologiche

Riceviamo dalla Sezione ONG UNESCO la seguente comunicazione che diffondiamo con piacere.

Gentilissimi,

A nome del Direttore Generale, ho l’onore di invitare tutte le organizzazioni non governative in partenariato ufficiale con l’UNESCO, a presentare la candidatura per il Premio Internazionale UNESCO – Guinea Equatoriale, per la Ricerca nelle Scienze Biologiche.

Indetto dal Consiglio Direttivo UNESCO alla sua 180° sessione e su iniziativa della Repubblica della Guinea Equatoriale, il Premio è destinato a ricompensare i progetti della ricerca scientifica e le attività di un singolo, di un’istituzione, di un altro ente o di un’organizzazione non governativa che lavora nelle scienze biologiche, che abbia determinato un miglioramento nella qualità della vita umana. Il Premio rientra nel quadro degli impegni dell’UNESCO, al fine di promuovere  la ricerca, così come la fondazione e lo sviluppo di reti dei centri di eccellenza nelle scienze biologiche.

Il Premio consiste in una medaglia, un diploma e un assegno dell’importo di 300,000 USD, i quali possono essere divisi equamente tra un massimo di tre vincitori considerati meritevoli.

I vincitori del premio verranno scelti dal Direttore Generale  sulle basi di alcune valutazioni dei candidati eseguite da una giuria internazionale,  nonché sulle raccomandazioni che presenteranno.

Confidando nell'interesse nel promuovere la ricerca nelle scienze biologiche, invito tutti a presentare la candidatura per questo Premio entro e non oltre il 30 giugno 2015

Eric Falt

Vice Direttore Generale per l'Informazione al Pubblico e le Relazioni Esterne

CLICCA QUI per scaricare il Bando e maggiori informazioni.

25 MARPrimo Incontro di Esperti per l'attuazione della Decennio Internazionale per l'Avvicinamento delle Culture (2013-2022)

Nei giorni del 24-25 marzo 2015 presso la Sede Centrale dell’UNESCO di Parigi si è tenuto il “Primo Incontro di Esperti per l’attuazione della Decennio Internazionale per l’Avvicinamento delle Culture (2013-2022)”

Ecco un breve estratto dell’articolo presente sul Sito Ufficiale dell’UNESCO

[…]L’UNESCO è chiamato a mettere in moto diversi attori al fine di porre le basi per la promozione della comprensione reciproca che conduce ad una convivenza armoniosa tra persone e Paesi.

Questo incontro di esperti assume oggi un significato speciale. […] Lo scopo di questo Decennio è quello di prendere il controllo di questa realtà critica, al fine di “mostrare i benefici della promozione congiunta del rispetto per i Diritti Umani e per la diversità culturale, mentre si riconosce l’importanza del dialogo interculturale e interreligioso per combattere le nuove forme di razzismo, discriminazione, intolleranza, estremismo e radicalizzazione creando un legame tra le persone e le Nazioni”. […]

 

Per rendere tutto ciò possibile la discussione tra circa 20 esperti si focalizzerà su 5 sessioni riguardanti i seguenti temi:

-Perché un avvicinamento tra le culture? Creare l’ambiente

-Promuovere la diversità per una convivenza pacifica

-Dialogo interculturale, giustizia sociale e condivisione di risorse

-Memoriali, ricostruzione e riconciliazione

-Avvicinamento delle Culture per un’educazione alla cittadinanza globale 

[…] Per ulteriori informazioni riguardanti il Decennio: https://en.unesco.org/cultureofpeace/international-decade-rapprochement-cultures

 

Ricerca nell'Archivio Tesi di Laurea









Cerca

Novità

Resoconto eventi internazionali di Pechino

Luglio 2015

Durante lo scorso mese di luglio si sono tenuti due importanti eventi internazionali a Pechino, cui la Presidente del Centro UNESCO di Torino e della Federazione Italiana dei Club e Centri UNESCO (FICLU), Maria Paola Azzario, ha partecipato.

Dal 21 al 24 luglio si è svolto il 9° Congresso Mondiale della Federazione Mondiale dei Club e Centri UNESCO (WFUCA), durante il quale è stato rinnovato il Consiglio Direttivo della Federazione Mondiale. Il nuovo Presidente è l’indiano Bhatnagar Dhirendra, già Segretario Generale della Federazione Indiana. Sono stati eletti anche 5 Vice-Presidenti, uno per macro-regione UNESCO. Per l’Europa è stato nominato Dzmitry Substelny, Presidente della Federazione Bielorussa. L’Italia è rappresentata quale membro ex officio nella persona della Presidente della FICLU, Maria Paola Azzario.

All’incontro era presente, in rappresentanza dell’UNESCO, la Direttrice dell’Ufficio per le Organizzazioni Non Governative ed Intergovernative presso il Settore delle Relazioni Esterne e l’Informazione al Pubblico dell’UNESCO Sabina Colombo che ha portato un messaggio di Eric Falt, Vice Direttore per le Relazioni Esterne e l’Informazione al Pubblico.

Sempre a Pechino, il 27 e il 28 luglio si è tenuto il 5° Forum Internazionale delle ONG sul tema "Avvicinamento delle culture: una sola umanità al di là delle diversità", animato da autorevoli esperti internazionali con distribuzione di materiale UNESCO.

In entrambi i consessi, la Prof.ssa Azzario ha presentato l'opera "Guida al Patrimonio UNESCO dell'Umanità di Italia e Cina", l'ultimo esempio concreto di dialogo interculturale e avvicinamento di due culture millenarie, accolta con molto favore da tutti e con entusiasmo dal Vice Ministro dell'educazione cinese e Presidente della Federazione Tao Xiping, che aveva collaborato con l'invio di tutte le fotografie dei siti cinesi. Analoga calorosa accoglienza è stata riservata dall’Ambasciatore d’Italia a Pechino Ettore Sequi, che ha ricevuto la Prof.ssa Azzario nella sede dell’ambasciata, e dalla Dottoressa Stefania Stafutti, torinese, attuale Direttrice dell'Istituto Italiano di cultura a Pechino.

 

 

SABATO 12 SETTEMBRE UNESCO RUN

Una corsa serale alla scoperta di Torino

SABATO 12 SETTEMBRE, VUOI CORRERE TRA I MONUMENTI DI TORINO PER CONOSCERLI, APPREZZARLI, INCONTRARE GIOVANI SIMPATICI E SPORTIVI COME TE? 

 PARTECIPA ALL'UNESCO RUN!

 

I giovani del Centro UNESCO di Torino ti invitano a partecipare all'UNESCO RUN: una corsa collettiva serale per le vie più suggestive e i luoghi più significativi della città di Torino. 

 

Pur richiedendo un minimo di allenamento, l'attività proposta non è a carattere agonistico. La lunghezza del percorso è di circa 6 km con la possibilità, per i più allenati, di optare per un percorso più lungo - 10 km.  Il percorso coniuga la scoperta di luoghi e tradizioni ad un'attività sportiva salutare, ecologica e divertente, ed ha come obiettivo quello di promuovere un'inedita modalità per vivere Torino, conoscere i luoghi di più alto spessore culturale della città, tra i quali i siti dichiarati Patrimonio UNESCO, scoprendone caratteristiche, curiosità, aneddoti spesso ignoti anche ai suoi stessi abitanti. 

Sarà un'esperienza insolita e divertente!

APPUNTAMENTO PER SABATO 12 SETTEMBRE ALLE ORE 20.00, presso l’Arco monumentale del Parco del Valentino (Corso Vittorio Emanuele II, Torino).

E' NECESSARIA LA PRENOTAZIONE. 

Per prenotazioni e informazioni

Centro UNESCO di Torino info@centrounesco.to.it 011.6936425 

L'UNESCO RUN fa parte dell'iniziativa del Comune di Torino "3° Festa dello Sport: Lo Sport scende in piazza", per Torino Capitale Europea dello Sport 2015. 

 

Luce, sorgente di vita: arte, letteratura e scienza

Percorso Formativo per le scuole 2015 -2016

In occasione dell'Anno Internazionale della Luce, per l'anno scolastico 2015/2016, il Centro UNESCO di Torino propone alle scuole del Piemonte il Percorso Formativo "Luce, sorgente di vita: arte, letteratura e scienza"

 

Il progetto, che sarà realizzato con la collaborazione dell’Assessorato all’Istruzione della Regione Piemonte e  dell’Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte, ha come obiettivi generali: 

 

  • portare alla conoscenza dei giovani i documenti nazionali ed internazionali, in particolare dell’UNESCO, sui temi ufficiali dell’Anno Internazionale della Luce,
  • far conoscere le conseguenze dell’inquinamento luminoso sul ritmo biologico dell’uomo e degli animali e far riflettere sulla mancata possibilità di contemplare la bellezza del cielo stellato,
  • verificare come il 2015 abbia agevolato: la promozione delle tecnologie della luce per un miglioramento della qualità della vita sia nei Paesi sviluppati, sia in quelli emergenti; la promozione della partecipazione delle donne nella scienza con ruoli di responsabilità, la riduzione dell’inquinamento luminoso e dello spreco di energia,
  • ricercare il tema della Luce nella letteratura e nell’Arte di ogni tempo e società

 

e si svolgerà secondo le seguenti tappe di lavoro: 

  • Giornata di apertura: 9 novembre 2015
  • Corso di Formazione per insegnanti e genitori: 23 novembre -14 dicembre 2015, 18 gennaio 2016 - 22 febbraio 2016
  • Lavori nelle classi: febbraio - aprile 2016
  • Giornata conclusiva: 9 maggio 2016

 

Per maggiori approfondimenti scarica il progetto 

ADESIONI ENTRO IL 16 OTTOBRE 2015 TRAMITE APPOSITO MODULO - scarica il modulo di adesione 


 

8 SETTEMBRE - UNESCO CUP

 

L'8 settembre prossimo allo Juventus Stadium si svolgerà l'UNESCO Cup, che vedrà le leggende della Juventus e del Boca junior affrontarsi in un incontro a sostegno del recupero dei bambini soldato di Mali e Repubblica Centrafricana. 

Il Centro UNESCO di Torino parteciperà all'evento, esprimendo il pieno sostegno all'iniziativa e riconfermando la collaborazione con la Juventus che vige dal 2009 grazie ai progetti Un Calcio al Razzismo e Gioca con me. 

Per acquistare i biglietti: listiticket.com e ricevitorie

 

PREMIO UN CALCIO AL RAZZISMO EDIZIONE 2015 2016

CENTRO UNESCO E JUVENTUS INSIEME CONTRO IL RAZZISMO

 

Il Centro UNESCO di Torino, con il patrocinio e il contributo di Juventus Football Club, bandisce la

VI edizione del "PREMIO UN CALCIO AL RAZZISMO".

Questa nuova edizione del Bando prevede l’assegnazione di due borse di studio, finanziate dal Club calcistico,dell’importo di 5.000 euro ciascuna:


- ad un giovane tra i 18 e i 25 anni di nazionalità italiana o non, residente in Italia, 

- ad una Associazione di volontariato-ONLUS operante nella Regione Piemonte.

 

Essi dovranno aver compiuto nel primo semestre del 2015 azioni significative a favore dell’integrazione e contro il razzismo ed allegare un progetto di impiego (entro il primo semestre del 2016) di una somma pari al premio percepito. Tale progetto deve prevedere azioni concrete volte a favorire l’integrazione ed eliminare la discriminazione etnica. L'obiettivo del Bando è di promuovere tra le nuove generazioni i valori del rispetto della diversità, dell’inclusione sociale e del fair play “umano”, premiando azioni significative a favore dell’integrazione e contro il razzismo.

 

Le candidature devono essere inviate entro il 15 dicembre 2015 al Centro UNESCO di Torino.  

 

Per ulteriori informazioni

Centro UNESCO di Torino: tel. 011.6936425 email info@centrounesco.to.it

Scarica il BANDO 

 

Partecipazione a due importanti eventi internazionali a Pechino

Pechino, 21-28 luglio 2015

E' iniziato oggi 22 luglio 2015 a Pechino il 9° Congresso Mondiale della Federazione Mondiale dei Club e Centri UNESCO (WFUCA) con la cerimonia di apertura e le celebrazioni per il 70° Anniversario dell'UNESCO. Durante i lavori del Congresso sarà rinnovato il Consiglio Direttivo della Federazione Mondiale.

 

La Professoressa Maria Paola Azzario partecipa all'incontro in qualità di Presidente della Federazione Italiana dei Club e Centri UNESCO (FICLU) e membro ex officio della Federazione Mondiale.

 

 

 

Il 27 e 28 luglio, sempre a Pechino, si terrà il 5° Forum Internazionale delle ONG sul tema "Avvicinamento delle culture: una sola umanità al di là delle diversità". In tale occasione, Maria Paola Azzario illustrerà alcuni esempi di attività della Federazione Italiana sul tema, presentando l'opera "Guida al Patrimonio UNESCO dell'Umanità di Italia e Cina", l'ultimo esempio concreto di dialogo interculturale e avvicinamento di due culture millenarie.

 

 


 

4° Forum ONG-UNESCO sul tema Il ruolo delle donne nella lotta contro la povertà

Parigi, 29-30 giugno 2015

Il 29 e 30 giugno scorsi si è svolto, presso la sede centrale dell'UNESCO di Parigi, il 4° Forum Internazionale delle ONG in partenariato ufficiale dell'UNESCO sul tema "Il ruolo delle donne nella lotta contro la povertà".


In apertura del Forum sono intervenuti il Vice-Direttore per le Relazioni Esterne e l'Informazione al Pubblico, Eric Falt, e la Presidente del Comitato di Collegamento ONG-UNESCO, Martine Lévy, che hanno ricordato la centralità del tema della parità di genere, una delle priorità globali dell'UNESCO, in occasione dei 70 anni dell'UNESCO e dei 20 anni dalla Conferenza Internazionale di Pechino.

 

Il 2015 è un anno molto importante anche per un primo bilancio sul raggiungimento degli Obiettivi di Sviluppo del Millennio, il terzo dei quali riguarda proprio la parità di genere e l'empowerment delle donne. Progressi significativi sono stati ottenuti nell'eliminazione della povertà assoluta e nell'accesso all'educazione primaria, ma gravi diseguaglianze persistono tra le diverse regioni del mondo.

Le numerose testimonianze portate da relatori provenienti da differenti parti del mondo e dalle ONG presenti in sala hanno dimostrato come le donne, le prime vittime della povertà, siano anche coloro che, più di tutti, riescono a trovare strategie di sopravvivenza e ad essere reali protagoniste del cambiamento.

 

Hanno partecipato al Forum Barbara Costabello (Responsabile della Sezione Giovani del Centro UNESCO di Torino) e Paola Cultrera (Socia del Club UNESCO di Roma) per le quali la partecipazione a questo importante evento si è rivelata "una formativa esperienza di conoscenza di realtà poco note e di reale condivisione degli ideali dell'UNESCO ed un arricchimento sia dal punto di vista professionale, sia dal punto di vista umano aumentando la nostra sensibilità sul tema e lasciandoci molti spunti di riflessione".

 

CLICCA QUI per leggere la Relazione completa e la traduzione di un interessante documento dal titolo "La lotta delle donne contro la povertà. Strumenti giuridici: i traguardi e le sfide", distribuito in sala.